Rilasciato originariamente nei primi mesi del 2012, iBooks Author è stato pensato inizialmente come un software per la creazione di libri scolastici interattivi, con l’intento di realizzare una serie di ebook che potessero pian piano andare a sostituire non solo i libri cartacei, ma anche i libri digitali statici e limitati al solo testo e foto. A dieci mesi dal primo rilascio, da pochi giorni è disponibile la versione 2.0, che migliora notevolmente l’esperienza d’uso, offre strumenti semplificati e dà la possibilità di gestire nuovi modelli e di sfruttare nuove opzioni di lavoro.

Anche se il programma continua ad essere principalmente dedicato a chi crea libri didattici, questa seconda versione di iBook Author permette di realizzare facilmente anche altri tipi di libri, non propriamente scolastici. Ad esempio, la scelta dei modelli offre ora tre nuove alternative:

  • Photo Book, per chi vuole realizzare un libro con grandi immagini con allegato testo
  • Antique: per chi vuole realizzare un libro in stile “vecchio racconto”
  • cookbook: per chi vuole pubblicare o semplicemente raccogliere le sue ricette preferite

http://www.apple.com/it/ibooks-author/

Come i vari modelli per libri scolastici già presenti nella prima versione, i nuovi consentono di organizzare l’ebook in capitoli e sezioni, con glossario e intestazioni.

Oltre a questi tre nuovi modelli in landscape, iBook Author offre anche i modelli pensati per la sola modalità portrait, che sembrano indirizzati verso il nuovoo iPad mini. La maggior parte di questi modelli si concentrano sul testo e la lettura, come biografie, testo classico e racconti illustrati. Abbiamo anche un modello con stile moderno e minimalista, perfetto per un manuale di istruzioni. In totale, abbiamo ben 9 nuovi modelli, tutti incentrati verso la stesura di libri non propriamente scolastici. Non è ancora presenta la possibilità di creare direttamente ebook per iPhone e iPod Touch, dato che il testo sarebbe troppo piccolo per poter essere letto correttamente. Questo limite non lo rende ancora uno strumento professionale utilizzabile anche dalle case editrici, che perderebbero praticamente la possibilità di distribuire i proprio ebook su iPhone e iPod Touch.

La versione 2.0 di iBooks Author ha anche diversi elementi interattivi e pop-up a scomparsa per il supporto a LaTeX e MathML, in modo da poter inserire, ad esempio, nuove tabelle ed equazioni matematiche. La gestione dei pop-up a scomparsa, che il lettore può richiamare in qualsiasi momento durante la lettura, è semplice e personalizzabile. Purtroppo non è però possibiel scegliere dove inserire il pop-up e tutto dipende dalla posizione delle immagini che lo accompagnano. Sicuramente pop-up e widget consentono di aggiungere un tocco creativo al libo, con contenuti extra davvero interessanti. E per chi studia matematica, la possibilità di usare il widget delle equazioni in un libro interattivo è semplicemente fantastico.

Apple ha anche migliorato e facilitato le opzioni di esportazione del libro, anche se la pubblicazione prevede 5 fasi non proprio veloci da seguire. Ancora, tale pubblicazione diretta su iTunes in Italia non può avvenire con molta semplicità (la guida completa è disponibile qui). Ci sono stati dei cambiamenti e ora il tutto prevede 5 fasi, ma siamo ancora lontani da una procedura a prova di tonto. I libri digitali creati, comunque, si possono sempre distribuire manualmente tra gli amici e non solo di iTunes.

Altre migliorie di iBooks Author riguardano i caratteri personalizzati, gli oggetti che possono essere aperti a schermo intero e l’ottimizzazione dei file multimediali che ora si regolano automaticamente in base al testo presente nella pagina. Ora possiamo anche incorporare qualsiasi tipo di carattere TrueType o OpenType, in qualsiasi libro si scelga direttamente dalle Impostazioni Testo.

iBook Author 2.0 è un ottimo update, che potrebbe farvi diventare scrittori interattivi in poche ore! Ricordiamo che l’applicazione è disponibile gratuitamente su Mac App Store.

FONTE: Slidetomac

Pin It on Pinterest

Share This